Ode to my Husband

Venerdì sera, rientro dal lavoro alle 8…
Mica male per essere fuori casa da stamattina alle 7.30, aver portato la più piccola delle mie figlie al Nido, essermi incontrata a Modena Nord con un collega per finire il resto del viaggio con lui a parlare di che giornata (lavorativa) assurda era stata Giovedì, essere arrivata in azienda a Bologna alle 9.20, avere aspettato un altro collega per andare insieme in centro a fare ricerca, essere tornata in azienda per un corso di formazione dalle 15 alle 18, essere ripartita col collega del viaggio di andata per parlare in macchina di tutto ciò che non faremo in tempo a finire di fare (o forse nemmeno cominciare) la settimana prossima, aver ripreso la mia macchina a Modena Nord, chiamato la pizzeria a Sabbioneta, ordinato le pizze, passata a prendere le pizze, arrivata a Casa…
Ore 20 dicevo…
Apro la porta: ecco le mie Due Meraviglie che guardano Frozen sul divano (per cambiare!)… E tutta la fatica si scioglie nel loro abbraccio e per un attimo me ne dimentico…
Poi vedo mio Marito e me ne scordo del tutto… O meglio, penso che senza di lui tutto questo non sarebbe sopportabile e sicuramente nemmeno possibile… Gli orari improbabili, il lavoro lontano, la strada, la stanchezza dei chilometri, le telefonate e i messaggi anche quando sono a casa.
Mi dispiace quando leggo di Donne che dicono e scrivono di Mariti assenti, Mariti che lavorano e basta, Mariti che si fanno servire, che non sanno occuparsi di Casa e dei Figli… Mio Marito è diverso. E si merita questa Ode che dedico a lui.
È BRAVO, nel significato più vasto del termine: è un bravo Marito e un bravo Papà, un uomo buono, disponibile, altruista, un bravo Figlio e un bravo Fratello.
È UN FAMILY MAN: FAMILY comes first, ogni cosa che fa, che organizza, gli impegni che incastra sono tutti per far “funzionare” al meglio la nostra incasinata famiglia e per goderci al massimo il poco tempo che abbiamo solo per noi (ad esempio il week end).
È PER LA PARITÀ DEI SESSI (quella vera!!!): non ha paura di fare i mestieri, tira l’aspirapolvere, manda la lavatrice e stende i panni a regola d’arte (dato che qui non si usa il ferro da stiro tranne casi eccezionali!). E lo fa con impegno e dedizione, perché ama la nostra casa e ama vivere nell’ordine, ma non si limita a pretenderlo- contribuisce attivamente, perché sa e comprende che da sola non ce la farei.
È UN MAMMO DOC: sì, perché oltre ad avere tutti i pregi dei Papà, sa fare benissimo per le Bimbe anche le cose che spesso fanno le Mamme, e oltre a saperle fare… le fa. Bagnetto, doccetta, asciugare i capelli, cambiare pannolini, scegliere i vestiti per l’asilo, pettinarle, accompagnarle a scuola, preparare le bavaglie pulite se è lunedì.
È IL CONTABILE DI CASA, tutte le commissioni burocratiche sono le sue con la scusa che io sto via tutto il giorno.
NON SBUFFA se andiamo a far shopping per la casa, o per le bimbe, o shopping in generale… Anzi ne approfitta e si prende qualcosa anche per lui. Oltre al fatto che per la Casa ha un gusto innato e una vera passione. (Ok, qualche volta all’Ikea ha detto Basta!)
MI CHIAMA in pausa pranzo per sentire come sto, da quando stiamo insieme, cascasse il mondo, mi chiama quando esce dall’ufficio e prima di rientrarci- sono io a volte che non riesco a rispondere.
MI SALUTA CON UN BACIO ogni mattina e ogni sera quando ritorno.
E soprattutto MI SOPPORTA, nei miei sbalzi d’umore, crisi isteriche, settimane pre (e post) ciclo, nelle ansie, nelle mie manie e fissazioni, nella mia inclinazione a ribattere e a voler avere sempre molta ragione!
È SPECIALE e mi rendo conto di non ringraziarlo quanto merita, l’ho trascinato in questa mia Vita incasinata e frenetica, nel mio ritmo imprendibile, nella mia imprevedibilità e nella mia avversione agli schemi programmati… Pensare che uno potrebbe non capirci più nulla, mentre lui è li in equilibrio su tutto, come fosse il baricentro della mia intera Esistenza.
Sono convinta che ce ne siano tanti altri di Mariti e Padri speciali in giro, per questo mi dispiace sentire così tante Donne che si lamentano… Che certe battute fanno sorridere anche me, ma sparare sempre a zero No… Forse bisognerebbe prendersi un attimo per pensare e vedere accanto ai difetti, anche i tanti pregi che l’uomo che abbiamo accanto sicuramente ha… Perché se così non fosse, forse qualcosa o qualcuno non è al posto giusto!
CHIARA MUM