Il saggio di ginnastica ritmica: emozioni allo specchio

Fine serata negli spogliatoi, dopo il tuo primo saggio di Ginnastica Ritmica…
Vedo la gioia nei tuoi occhi. E sento forte anche la mia. E penso a tante cose.
Io avrei solo voluto essere nella tua testolina per capire cosa potevano sembrarti tutti quegli occhi puntati addosso e quelle mani che applaudivano.
Di certo la tua Mamma non aveva occhi che per te e i battiti del mio cuore facevano più rumore del battere le mani.
Le Mamme sono fatte strane, vanno a vedere il primo saggio della propria figlia e si sentono alla Prima della Scala.
E io mi sono sentita così, molto importante, solo per il fatto di esserci per te.
Di infilarti il body e tirarti su i capelli, prepararti l’acqua e chiuderti lo zaino.
Accompagnarti.
E poi lasciarti andare.
Sì, vederti sparire, mano nella mano con la tua compagna, in quel corridoio dello spogliatoio, prima del saggio, sulla TUA strada, stasera diversa dalla mia.
Sono le piccole cose come queste che abituano la Madri a lasciare… giorno dopo giorno, anno dopo anno… accompagnare. E poi lasciare andare.
Per prendere la mia di strada, che mi portava dritta sugli spalti, proprio di fronte a te.
Non dietro a sorreggerti, ma davanti ad incoraggiarti, applaudire, ad ammirarti.
La stessa emozione allo specchio, la tua di fronte alla mia… divisa a metà, o forse moltiplicata.
Brava Sveva! È stato un anno importante, questo sport ti ha fatto tanto bene. Ti sei IMPEGNATA, e APPASSIONATA e questo è già un gran traguardo per una bimba di 5 anni che incomincia a conoscere una disciplina sportiva.
Hai fatto AMICIZIA, ti sei fatta conoscere e scommetto anche voler bene con quell’animo buono e quel sorriso sempre acceso.
Non è la scuola, dove un po’ ci vai per forza. Tu l’hai scelta questa ginnastica ritmica, e cascasse il mondo ci dovevi andare. Hai imparato tanto. Anche a sbagliare. E riprovare, senza scoraggiarti ma mettendoci il cuore.
Sono fiera di te, bambina mia, perciò ti dico solo, qualunque cosa farai nella Vita, falla con tutto il tuo cuore. Proprio come stasera.
Mamma.

Post dedicato a Ilaria e Giulia, le insegnanti di Ginnastica Ritmica di Sveva, con i miei più grandi complimenti e la mia gratitudine per l’enorme lavoro fatto per stasera e durante tutto l’anno.

Info e contatti: Società Longoni www.ginnasticartisticalongoni.it/index.php